LX.193 Sintonizzatore FM con decoder stereo

Il kit LX.193 permetteva di realizzare un sintonizzatore in FM con decoder stereo nella gamma 88-108.
Altri kit forniti dalla rivista Nuova Elettronica completavano il montaggio.
L’articolo fu pubblicato sul numero 48 della rivista nel mese di novembre 1976.

Descrizione

Per il completamento della radio che trovava posto in uno speciale contenitore in metallo e legno erano necessari più Kit che erano presentati su più riviste. Segue l’elenco dei kit e la rivista dove si trovavano:
  • Sintonizzatore FM stereo LX.193 (rivista 48)
  • Preamplificatore LX.220 (rivista 49)
  • Alimentatore LX.237 (rivista 50-51)
  • Sintonia luminosa orizzontale LX.235 (rivista 50-51)
  • Preselezione per sintonizzatore LX.225 (rivista 50-51)
  • Indicatore di accordo LX.270 (Rivista 56-57)
  • Mobile (rivista 50-51)

Riviste

n°48 n° 49
n°50/51  n° 56/57

Kit utilizzati

Sintonizzatore FM stereo LX.193 (rivista 48)

Il Kit LX.193 rappresenta il cuore del sintonizzatore FM con decoder stereo. Il circuito di sintonizzazione è rappresentato dall’integrato IC1 tipo SO42P, troviamo poi IC2 che svolge le funzioni di amplificatore MF e demodulatore FM, il chip è il TDA1200 al cui interno sono presenti 84 transistor, 65 resistenze, 5 diodi al silicio, 2 zener e 14 condensatori.
In uscita da IC2, troviamo poi il circuito di decodifica del segnale stereo che utilizza il chip SN76115

dettaglio del VU meter che mostra il livello del segnale ricevuto, nella parte interiore il led, che accendendosi segnalava che il canale ricevuto trasmetteva con un segnale stereo

le due prese posteriori tipo RCA per l’uscita del segnale dei due canali audio

Dettaglio della prese dell’antenna radio, a lato una presa collegata in parallelo all’uscita audio

Preamplificatore LX.220 (rivista 49)

La costruzione del preamplificatore Kit LX.220 permette di aumentare la sensibilità del sintonizzatore portandoli da 25 μV di base ai 2,5.3 μV utilizzando un circuito che utilizza un MOSFET tipo MEM564 o MEM680

Alimentatore LX.237 (rivista 50-51)

L’alimentatore rappresentato dal Kit LX.237 permette l’alimentazioni di tutti i circuiti che formano la radio.
Alimentato tramite un trasformatore 220/15V AC, fornisce tramite un regolatore LM7812 una tensione di 12V -1A CC.
Quello visibile è stato da me realizzato, riproducendo il PCB originale. Per sapere come creare circuiti stampati in casa vedete l’articolo Come realizzare un circuito stampato

Dettaglio del trasformatore di alimentazione,  primario 220V, secondario 15V

Sintonia luminosa orizzontale LX.235 (rivista 50-51)

La “scala parlante” realizzata con la costruzione del Kit LX.225 permette di vedere la frequenza ricevuta, attualmente il valore viene letto su un display, ma nelle prime radio era rappresentata da una funicella che pilotata da una carrucola collegata al condensatore variabile di sintonia, si spostava lungo un pannello di vetro. In questo kit è rappresentato invece da una serie di 30 led pisolati da due circuiti integrati UAA.170 il cui segnale di pilotaggio è prelevato direttamente dal circuito della radio

Preselezione per sintonizzatore LX.225 (rivista 50-51)

Il circuito del Kit LX.225 permetta di accedere direttamente ad alcune stazioni. Per questo erano presenti 6 commutatori a slitta che selezionavano 5 trimmer che posti in serie al potenziometro della sintonia fine permettevano di accedere direttamente alla stazione radio

Indicatore di accordo LX.270 (Rivista 56-57)

L’indicatore di accordo, Kit LX.270 è formato da un circuito a transistor che con l’accessione di un led verde quanto la stazione radio sarà ben sintonizzata. L’accensione dei led rossi invece indicherà in quale senso dovrà essere ruotato il potenziometro della sintonia per ottenere il migliore accordo.
Anche il questo caso il PCB è stato autoprodotto.

Sotto sono visibili i tre led dell’indicatore di accordo.

Mobile (rivista 50-51)

Il mobile espressamente realizzato per la radio ha le seguenti dimensioni

  • Larghezza: 35 cm
  • Altezza: 9 cm
  • Profondità: 22,5 cm

La maschera frontale in alluminio anodizzato nero (o bianco) con scritte e sovraimpressioni in bianco e bleu
Ai lati sono presenti pannelli in legno