UNO Mini Limited Edition

Dal 2010 alla fine del 2021 si è raggiunta la cifra di oltre 10 milioni di board di sviluppo Arduino UNO vendute in tutto il mondo.
Il progetto originario è stato sviluppato nel 2005 da alcuni membri dell’Interaction Design Institute di Ivrea.
Per festeggiare l’evento è stata prodotta una versione speciale della scheda dal nome “UNO Mini Limited Edition” venduta in una speciale scatola numerata.
Vedere anche la pagina Presentazione schede Arduino originali e cloni

UNO Mini Limited Edition

Un po’ di storia

Prima di passare alla presentazione della scheda, un po’ di storia.
Il progetto Arduino ha preso avvio in Italia ad Ivrea, nel 2005; da alcuni membri dell’Interaction Design Institute. Lo scopo era quello di rendere disponibile un device per il controllo che fosse più economico rispetto ad altri sistemi di prototipazione disponibili all’epoca.
i suoi ideatori formavano il Team Arduino, questi i loro nomi: Massimo Banzi, David Cuartielles, Dave Mellis, Tom Igoe e Gianluca Martino.

Nella foto il Team Arduino: (Dietro) Dave Mellis, Tom Igoe; (in fronte) Gianluca Martino, David Cuartielles, Massimo Banzi.
Nel corso degli anni sono state create varie versioni della scheda Arduino serial 2.0 del 2005, la Diecimila del 2007, la Duemilanove nel 2008 sin ad arrivare alla prima versione della Arduino UNO nel 2010.

Nel tempo, Arduino è diventato uno degli strumenti preferiti per il crescente movimento dei maker e per le persone che volevano imparare l’elettronica, la programmazione e realizzare qualcosa da soli, dall’inizio alla fine.

Nascita della scheda UNO Mini Limited Edition

Per questo a oltre un decennio dal lancio, è stata creata un’edizione speciale collezionabile di Arduino UNO in formato mini, con dimensioni pari a soli 34,2 x 26,7 x 8 mm.
Progettata e prodotta secondo i più alti standard, questa board non solo è numerata, ma è anche stata realizzata con un esclusivo schema di colori nero e oro, ripreso anche dalla confezione.

UNO Mini Limited Edition

UNO Mini Limited Edition

UNO Mini Limited Edition

Caratteristiche

Di seguito le specifiche tecniche complete. Il datasheet della scheda è disponibile a questo link.

Microcontrollore Atmega328p
Connettore USB USB-C
Led incorporato pin 13
Pin di I/O digitali 14
Pin ingresso analogico 6
Pin PWM 6
UART SI
I2C SI
SPI SI
Tensione di esercizio del circuito 5V
Tensione di ingresso (limite) 6-12V
Connettore batteria Nessuno
Corrente cc per pin i/o 5V 20 mA
Corrente DC per pin 3.3V 50 mA
Processore principale ATMEGA328p 16 MHz
Processore usb-seriale atmega ATMEGA16u2 16 MHz
Memoria Atmega328p SRAM 2kb, FLASH 32kb, EEPROM 1kb
Peso 8,05 g
Larghezza 26,7 mm
Lunghezza 34,2 mm
Altezza 8 mm

Dove trovare la scheda

Potete preordinare Arduino UNO Mini Limited Edition a 40 euro direttamente dal sito Arduino con consegne previste a inizio dicembre.
Il prezzo è certamente alto, ma se volete avere un pezzo di storia dell’Open Source non dovete farvi scappare l’occasione!

Schema elettrico

Lo schema elettrico originale completo della scheda UNO Mini Limited Edition può essere scaricato da questo link.
Analizzando lo schema, questo può essere diviso i tre parti: Interfaccia PC, Processore, Alimentazione.

Schema dell’interfaccia con il PC

L’ATmega328 fornisce la comunicazione seriale UART TTL (5V), che è disponibile sui pin digitali 0 (RX) e 1 (TX), per il dialogo con il PC è però utilizzato un ATmega16U2 (Datasheet) – clock 16 MHz (oscillatore Y1), che canalizza questa comunicazione seriale su USB e appare come una porta COM virtuale al software sul computer. Il firmware 16U2 utilizza i driver COM USB standard e non è necessario alcun driver esterno
I led RX e TX (DL1, DL2) sulla scheda lampeggiano quando i dati sono trasmessi tramite il chip USB-seriale e la connessione USB al computer.
Il connettore USB a differenza dei modello UNO tradizione che è di tipo B, in questo caso è il più moderno tipo C, da un punto di vista dei collegamenti elettrici, USB Tipo-C usa ben 24 pin, questo permetterebbe di utilizzare molte funzionalità non utilizzate nel caso della scheda UNO Mini.

UNO Mini Limited Edition

Circuito processore

Il circuito del processore si basa sul ATMEGA328P, il clock è di 16 MHz ((oscillatore Y2), al suo interno sono presenti varie tipologie di memorie.
Memoria FLASH di 32 KB (con 0,5 KB occupati dal bootloader), 2 KB di SRAM e 1 KB di EEPROM.

UNO Mini Limited EditionL’ATmega328 supporta la comunicazione I2C (TWI) e SPI. Il software Arduino (IDE) include una libreria Wire per semplificare l’uso del bus I2C; vedere la documentazione per i dettagli. Per la comunicazione SPI, si utilizza la Libreria SPI.
Sulla destra del circuito sono presenti i connettori di uscita e alimentazione, nella figura sottostante la loro posizione

UNO Mini Limited Edition

Circuito alimentazione

Il circuito di alimentazione è formato dall’integrato U5 tipo MPM3610A (datasheet), si tratta di un convertitore sincrono step-down con alimentazione integrata MOSFET, induttore e due condensatori. Esso offre una soluzione molto compatta, e richiede pochi componenti esterni per ottenere un massimo 1.2A corrente.
Le funzioni di protezione completa includono la protezione da sovracorrente e spegnimento termico. Occupa poco spazio in quanto il suo package è il QFN20 (3 mm x 5 mm x 1,6 mm).
La tensione di 5V viene poi ulteriormente ridotta per avere i 3,3V tramite l’integrato U6, che riporta sul suo package tipo SOT-23-5 la sigla G3P, si tratta di un regolatore LDO a basso dropout lineare tipo AP2112 (datasheet) CMOS con funzione di abilitazione, il regolatore è in grado di erogare una corrente di carico continua garantita di 600mA (min.), anche se le caratteristiche della scheda riportano un valore di 50 mA.

UNO Mini Limited Edition

UNO Mini Limited Edition

Utilizzo della scheda

La scheda è un pezzo da collezione, ma nulla vieta di utilizzarla, questa è pienamente compatibile con la scheda maggiore. La programmazione può essere fatta con Arduino IDE, ora nella versione 1.8.16
Quando la collegherete tramite il cavo USB, vedrete il led di alimentazione verde accendersi e il led arancione collegato al pin D13 lampeggiare in quanto nella memoria è già stato precaricato lo sketch “Blink”.
Maggiori informazioni e documentazione relativa alla scheda potranno essere trovate al seguente link.